la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 20 Marzo 2022

117

- Pubblicità -

Il vangelo ci invita a meditare sul senso del tempo. Sull’opportunità che la vita ci offre per entrare in comunione con Dio. Gesù ci dice come sul tempo incomba un qualche cosa di imponderabile, inatteso e imprevedibile.

“Quelle diciotto persone, credete che fossero più colpevoli di tutti gli abitanti di Gerusalemme? No.” Eppure sugli uni è caduta la torre, sugli altri no. Nel tempo c’è questo aspetto di indeterminazione, non si può controllare.

Chiediamo al Signore la forza dello Spirito Santo perché possiamo vivere il nostro tempo come un’opportunità per corrispondere all’amore di Dio. Siamo stati creati per il cielo! Tutto, anche l’imprevisto, sia orientato a preparare la gioia dell’eternità con Dio.

fra Simone

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

- Pubblicità -


Articolo precedentedon Massimiliano Scalici – Commento al Vangelo del 20 Marzo 2022
Articolo successivoDon Luciano Labanca – Commento al Vangelo del 20 Marzo 2022