la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 2 Giugno 2022

67

- Pubblicità -

Ogni frase di questo Vangelo sembra darci una luce particolare, una visione speciale del Dio Trinità. Il Padre ha celato la sua visibilità nel Figlio e il Figlio chiede a noi di renderLo visibile attraverso l’Amore.

Come dire che da quella pienezza Trinitaria la Luce è giunta a noi mediante il Figlio e noi uomini siamo chiamati a rendere visibile Gesù e quindi il Padre: noi visibilità di Dio! Stupendo mistero!

È bello non essere immagine e somiglianza di se stessi. Chiediamo oggi a Gesù di darci il coraggio di credere di portare impressa l’immagine di Dio nonostante le nostre fragilità.

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


- Pubblicità -

Articolo precedenteSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 2 Giugno 2022
Articolo successivodon Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 3 Giugno 2022