la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 19 Novembre 2021

45

Gesù arriva a Gerusalemme e va nel tempio ad insegnare. Si dice che: “tutto il popolo pendeva dalle sue labbra nell’ascoltarlo”. Eppure mancano solo pochi giorni e Gesù verrà condannato a morte proprio da queste stesse persone, al grido: “crocifiggilo!”.

Questo loro ascolto così interessato allora non era vera preghiera. Pendere dalle labbra di Gesù non è preghiera, perché Gesù non è un motivatore, ma la Parola stessa. La Parola va ascoltata non per farsi convincere ma per credere! Questo è il bello della fede: cresce se il tuo ascolto si fa relazione vera, non compiacimento.

fra Simone

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 19 Novembre 2021
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 19 Novembre 2021