la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 19 Marzo 2022

102

- Pubblicità -

Tutte le volte che Dio dice: “Non temere” è il segnale che ciò che sta per dire dopo sarà una vocazione per chi l’ascolta. Infatti nella Bibbia ogni vocazione viene rivelata proprio dopo queste parole. Così anche per Giuseppe: “Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa”.

È bello che Dio prima di affidarci qualcosa, ci dice di non temere. Ci ricorda su chi dobbiamo contare, chi è colui che ci sta chiedendo questa missione. Tutta la forza che Dio dona (l’amore!) è racchiusa dentro queste due parole, perché nell’amore non c’è timore, al contrario l’amore perfetto scaccia il timore (1Gv 4,18).

fra Simone

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


Articolo precedenteSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 19 Marzo 2022
Articolo successivop. Ermes Ronchi – Commento al Vangelo di domenica 20 Marzo 2022