la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 16 Novembre 2021

32

Zaccheo voleva vedere Gesù ma era ostacolato da qualcosa di sé che glielo impediva: troppo piccolo di statura. Spesso anche noi pensiamo che le nostre imperfezioni siano impedimenti irrisolvibili per vedere Gesù. O forse per farci vedere da Lui.

No, non perdere il gusto della misericordia, di quell’amore gratuito che può guarire tutto di te! Oggi è Gesù ad alzare lo sguardo. È disposto a cercarti anche dove non sei, anche nei luoghi in cui ti rifugi di nascosto sperando di “vedere” senza essere visto.

Nessuno, anche se tocca il fondo, è troppo in basso per Colui che è sceso fino agli inferi per guardare tutti con amore.

fra Simone

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 16 Novembre 2021
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 16 Novembre 2021