la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 12 Maggio 2022

39

- Pubblicità -

Gesù ha appena lavato i piedi ai suoi discepoli ed essi si sentono confusi da questo gesto, nel quale c’è tutta l’umiltà di chi non si pone al comando, ma al servizio. Un fatto che anche oggi non smette di “scandalizzare” chi vuole essere il padrone della storia che vive.

Noi pure, possiamo mettere tanto impegno per convertirci e per convertire, ma come è successo a Gesù, può succedere poi di restare delusi, di essere traditi o venire incompresi. Questi fallimenti non devono scoraggiarci né fermarci! É pienamente beato chi fa della sua vita un cammino dentro alla volontà del Padre, a servizio del prossimo!

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


Articolo precedentedon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 12 Maggio 2022
Articolo successivop. Maurizio de Sanctis – Commento al Vangelo del 15 Maggio 2022