Josep Boira – Commento al Vangelo del 23 Novembre 2021

43

Siamo ormai negli ultimi giorni dell’anno liturgico ed è il momento di ascoltare le parole di Gesù sulla fine dei tempi. Non ci svela quello che forse molti vorrebbero sapere: quando avverrà? Però il Maestro, che ci chiede sempre di avere fiducia nella sua parola, non vuole lasciarci nella completa ignoranza intorno alla fine.

Egli si trovava davanti al Tempio, di cui quelli che erano con Lui ammiravano lo splendore. Quel Tempio, distrutto una volta dall’esercito babilonese e innalzato nuovamente dopo l’esilio, era stato ampliato e abbellito da Erode il Grande.

Tuttavia Gesù li avverte che sarà distrutto definitivamente; cosa che avvenne nell’anno 70 per mani dell’esercito romano di Tito. Un vaticinio tanto allarmante provocò la preoccupazione dei presenti: volevano conoscere gli indizi di una simile catastrofe. Ma Gesù cambia discorso: catastrofi più grandi erano in arrivo. E vi sarà chi approfitterà dell’avvicinarsi di tali disastri per proclamare falsi messianismi, annunci di una fine immediata.

Uno sguardo alla storia conferma le parole di Gesù: quante guerre, quante calamità, quante sofferenze! Malgrado tutto, Gesù, con la sua divina autorità, vuole darci sicurezza, fortezza.

Sono segni terrificanti, ma non per un cristiano, perché “noi sappiamo che tutto concorre al bene, per quelli che amano Dio” (Rm 8, 28). Anche ognuno di noi, nel suo particolare presente, può ritenere tutto difficile, ma la parola di Dio, di Gesù, ci è sempre vicina per sostenerci.
Per questo san Josemaría ci dice: “Sembra che il mondo ti cada addosso. Intorno non si intravvede via d’uscita. Impossibile, questa volta, superare le difficoltà. Allora, sei tornato a dimenticare che Dio è tuo Padre?: onnipotente, infinitamente sapiente, misericordioso. Egli non può inviarti niente di male. Ciò che ti preoccupa, in realtà ti conviene, anche se i tuoi occhi di carne adesso sono ciechi. – Omnia in bonum”[1].

Josep Boira

[1] San Josemaría, Via Crucis, IX stazione, n. 4.


Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 23 Novembre 2021
Articolo successivoSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 23 Novembre 2021