Javier Massa – Commento al Vangelo del 10 Marzo 2021

14

Ci troviamo sul monte delle beatitudini, sulle rive del lago di Genezaret e ascoltiamo parte del discorso della montagna che è stata raccolta da san Matteo nel suo Vangelo.
Tutto il paesaggio parla di vita, di vita in abbondanza.

E, in questa linea, come se fosse in sintonia con il paesaggio d’intorno, Gesù dice a quelli che lo stanno ascoltando: “Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento”. In continuità con l’Antico Testamento, Gesù è venuto a portarci la vita piena. Vuole che siamo felici, i più felici possibile. E, Gesù sa che siamo felici solo quando ascoltiamo, viviamo e diffondiamo la sua Parola: chi compie questa missione sarà grande nel Regno dei Cieli. Qui, sulla terra, dobbiamo vivere nel piccolo. La piccolezza di ora, ci farà grandi nel Regno dei Cieli. L’Ostia santa che riceviamo nella Comunione è piccola, ma contiene la santa grandezza di Gesù.

Questi giorni di Quaresima, mentre ci prepariamo a rivivere la passione, morte e resurrezione del Signore, sono una magnifica occasione per meditare se stiamo crescendo nella fedeltà al Signore, se diamo importanza ai più piccoli dettagli, se miglioriamo e se abbiamo ripreso la strada giusta, con il pentimento.


Fonte: La pagina Facebook di “Opus Dei Italia” | Sito Web con tutti i commenti al Vangelo 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteGiuliva Di Berardino – Commento al Vangelo di mercoledì 10 Marzo 2021
Articolo successivodon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 10 Marzo 2021