IUSVE Cube Radio – Riflessione al Vangelo del 10 Dicembre 2019

10

Cercare bene tra quanto viene comunemente scartato, ciò che vale veramente. (Laura)

Qual’ è il primo senso che si sviluppa nei bambini?

Il tatto è il primo senso che si sviluppa a livello neonatale, per questo il contatto aiuta il neonato a comprendere i confini fra il sé e il mondo esterno. Carezze, abbracci e coccole aiutano il sistema nervoso del piccolo, ancora immaturo, di mantenersi stabile ed organizzarsi al meglio per rispondere agli stimoli del mondo esterno

Neanche uno si perda

Nel 2018 è uscito un film dal titolo Troppa Grazia. Racconta di Lucia, una geometra divisa tra l’onestà che sente connaturata e l’inganno che le propongono come prassi professionale e vede improvvisamente cambiare la sua vita in seguito ad una manifestazione del divino. L’avete mai visto? Cercatelo, ne vale la pena!
È una storia dove i piccoli sono protagonisti, nella quale risultano fondamentali l’ascolto e la salvaguardia dell’ambiente e della comunità. E che nessuno dei piccoli si perda, anzi che possano liberarsi dai lacci del pregiudizio. Abbiamo mai colto che questa è la volontà del Padre: che nessuno si perda?


Dio non vuole che i piccoli si perdano.
Dal Vangelo secondo Matteo Mt 18, 12-14   In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Che cosa vi pare? Se un uomo ha cento pecore e una di loro si smarrisce, non lascerà le novantanove sui monti e andrà a cercare quella che si è smarrita? In verità io vi dico: se riesce a trovarla, si rallegrerà per quella più che per le novantanove che non si erano smarrite. Così è volontà del Padre vostro che è nei cieli, che neanche uno di questi piccoli si perda». Parola del Signore
Articolo precedentefra Marin Berišić – Commento al Vangelo del 10 Dicembre 2019
Articolo successivodon Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 10 Dicembre 2019