Il Vangelo del giorno, 5 Ottobre 2018 – Lc 10, 13-16

390

Il commento al Vengelo del
5 Ottobre 2018 su Lc 10, 13-16

Ventiseiesima settimana del Tempo Ordinario – Anno II/B

  • Colore liturgico: VERDE
  • Periodo: Venerdì
  • Il Santo di oggi:
  • Ritornello al Salmo Responsoriale: Guidami, Signore, per una via di eternità
  • Letture del giorno: Gb 38,1.12-21; 40,3-5; Sal 138; Lc 10, 13-16
  • Calendario Liturgico di Ottobre
Le letture del giorno (prima e Vangelo) e le parole di Papa Francesco da VaticanNews:

[powerpress]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Lc 10, 13-16
Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù disse:
«Guai a te, Corazìn, guai a te, Betsàida! Perché, se a Tiro e a Sidòne fossero avvenuti i prodigi che avvennero in mezzo a voi, già da tempo, vestite di sacco e cosparse di cenere, si sarebbero convertite. Ebbene, nel giudizio, Tiro e Sidòne saranno trattate meno duramente di voi.
E tu, Cafàrnao, sarai forse innalzata fino al cielo? Fino agli inferi precipiterai!
Chi ascolta voi ascolta me, chi disprezza voi disprezza me. E chi disprezza me, disprezza colui che mi ha mandato».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Fonte: LaSacraBibbia.net

Commento al Vangelo a cura dei Monaci Benedettini

Chi ascolta voi ascolta me, chi disprezza voi disprezza me.

[better-ads type=”banner” banner=”84722″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”right” show-caption=”1″][/better-ads]

Le città d’Israele hanno visto i miracoli, eppure non hanno creduto in quei segni compiuti da Dio.

E non si sono convertite. Gesù stesso ha sperimentato il rifiuto, ma guai a chi rifiuta la propria salvezza. Per questo il giudizio su queste città d’Israele sarà estremamente rigoroso, più del giudizio riservato alle città pagane.

Esse hanno rifiutato il vangelo, che i settantadue discepoli, quasi a significare tutte le nazioni della terra, sono inviati ad annunziare a nome di Cristo.

Il profeta dei nostri giorni è colui che ci propone con le parole e con la vita la verità del Vangelo. Càpita ancora che questi profeti autentici siano rifiutati e perfino perseguitati, ma che responsabilità dinanzi a Dio!

E oggi non si tratta solo del mondo delle missioni, dove talvolta Cristo non solo non è accolto ma i suoi discepoli non ascoltati e barbaramente uccisi…

Oggi Cristo non viene accolto anche da chi è stato già inserito nel suo Corpo glorioso tramite il battesimo che però rifiuta, o peggio ancora, è indifferente, vive come se Dio non esistesse… e forse non tanto a parole quanto con i concreti fatti delle proprie giornate.