Il Vangelo del giorno, 21 Maggio 2020

384

Commento al Vangelo del 21 maggio 2020 a cura dei Monaci Benedettini –

VI Settimana del Tempo di Pasqua – Anno A

  • Periodo: Giovedì
  • Il Santo di oggi: S. Bernardino da Siena (mf); S. Lidia; B. Luigi Talamoni
  • Ritornello al Salmo Responsoriale: I cieli e la terra sono pieni della tua gloria
  • Letture del giorno: At 18, 1-8; Sal.97; Gv 16, 16-2\
  • Calendario Liturgico di Maggio

Le letture del giorno (prima e Vangelo) e le parole di Papa Francesco da VaticanNews.

Commento al Vangelo a cura dei
Monaci Benedettini

L’afflizione si cambierà in gioia.

In poche battute, Gesù annuncia ai suoi discepoli la sua Resurrezione e la sua Ascensione al cielo. I discepoli ancora non capiscono il senso profondo di quanto sta dicendo. Noi, forti della storia della prima Comunità siamo agevolati e in “quel poco” riusciamo a capire di cosa si tratta. Anche i discepoli lo ascoltano ma non riescono a capire la profondità del messaggio. Sono molto dispiaciuti dell’annunzio. Si oppongono.

È l’agire dell’uomo che è al centro; con i suoi desideri e le sue richieste. È un piano che trascina, però, è l’egoismo dell’uomo. I nostri occhi non riescono sempre a comprendere tutto. Ci facciamo influenzare da pregiudizi e non sempre guardiamo all’essenziale. Il Signore lo ha sempre ripetuto: io non guardo all’apparenza. Le gioie e le tristezze che derivano da questo atteggiamento hanno il sapore fugace delle aspettative umane.

Sono legate a momenti e destinate a cambiare in poco tempo. L’altra prospettiva parla di Dio. È Lui al centro vero e reale. È Lui che opera; noi dobbiamo far risaltare questa sua opera. Ciò non vuol dire che la nostra opera non sia importante; significa darne una ossatura e una prospettiva diversa. La gioia che ne deriva riposerà in Dio e avrà la sua forza e la sua resistenza. Vi è una dolcezza ed una consolazione che riusciranno a far superare tutte le difficoltà momentanee.

Sarà una gioia piena e completa, eterna perché la promessa da Cristo, attuata nel suo Amore, non finirà mai. È questa la sua vera e grande promessa per noi! “Non si rattristi il vostro cuore…”.


AUTORE: Monaci Benedettini
FONTE: https://liturgia.silvestrini.org
SITO WEB