Il Vangelo del giorno, 1 Ottobre 2019 – Lc 9, 51-56

10

XXVI Settimana del Tempo Ordinario – Anno I

  • Periodo: Martedì
  • Il Santo di oggi: S. Teresa di Gesù Bambino (m); B. Luigi Maria Monti
  • Ritornello al Salmo Responsoriale: Il Signore è con noi.
  • Letture del giorno: Zc 8, 20-23; Sal.86; Lc 9, 51-56
  • Calendario Liturgico di Settembre

Leggi il brano del Vangelo odierno

Lc 9, 51-56
Dal Vangelo secondo Luca

Mentre stavano compiendosi i giorni in cui sarebbe stato elevato in alto, Gesù prese la ferma decisione di mettersi in cammino verso Gerusalemme e mandò messaggeri davanti a sé.
Questi si incamminarono ed entrarono in un villaggio di Samaritani per preparargli l’ingresso. Ma essi non vollero riceverlo, perché era chiaramente in cammino verso Gerusalemme.
Quando videro ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: «Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?». Si voltò e li rimproverò. E si misero in cammino verso un altro villaggio.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Le letture del giorno (prima e Vangelo) e le parole di Papa Francesco da VaticanNews.

Commento al Vangelo a cura dei
Monaci Benedettini

Vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?

Nonostante il “cordiale” disprezzo reciproco tra gli abitanti della Samarìa e quelli di Gerusalemme e della Giudea, Luca ci fa capire che l’ammonimento del vangelo è la mitezza, la pazienza, che non si sostituisce a Dio giudicando e condannando. Invocare il fuoco e la consumazione, distruzione è spontaneo, ma non è secondo lo Spirito di Cristo. Del resto, siamo tutti quanti oggetto dell’infinita bontà di Dio.

Ai nostri giorni sono frequenti le occasioni che ci vorrebbero indurre al disprezzo e alla condanna di tante persone che non la pensano come noi. Persone che offendono la nostra sensibilità umana e religiosa, ci appaiono o sono realmente contrari a noi e a Cristo. Lo stesso Signore ci invita ad accogliere tutti e a tutti offrire la testimonianza della fede e delle opere nella carità e non nel furore o nel falso zelo.

Articolo precedenteIsacco di Siria – Commento al Vangelo del 30 Settembre 2019
Articolo successivoCommento al Vangelo di domenica 6 Ottobre 2019 – Comunità di Pulsano