Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 9 Novembre 2020

54

Tutti abbiamo visto l’abbandono di Bugo al festival di Sanremo 2020. Capita a ciascuno di trovarsi in situazioni spiacevoli, non desiderate. Quando succedono queste situazioni una delle possibilità è andarsene; esattamente come fa Bugo: scappare, perché non è “bene” che gli altri mi vedano arrabbiato.

Un altro atteggiamento ce lo suggerisce Gesù nel Vangelo di oggi, e non è quella di buttare tutte cose in aria; ma restare. Non avere paura di mostrarsi offesi per qualcosa che mi sta a cuore, a cui tengo. Molte volte io sono il primo a lamentarmi di preti e suore che sono lontani dalla società; ma alle volte, nei pochi momenti di lucidità, mi chiedo “io cosa sto facendo?”.

Una bella canzone dice nel suo testo “è facile odiare il terremoto, difficile è costruire”. Mostrarsi agli altri offesi mostra la mia fragilità; mi mette a nudo; mi espone. Gesù si è esposto, non ha avuto paura di poter esprimersi e il perché è molto semplice; il suo zelo aveva come motore l’Amore vero.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno