Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 9 Giugno 2022

49

- Pubblicità -

Il messaggio di Gesù è un completamento della legge (“fu detto agli antichi”) che va oltre al “non si può fare questo gesto”. Il focus non è solo sull’azione ma sull’amore che rende fratello il mio prossimo e tutti figli del Padre.

Allora prima di rivolgermi al Padre, dovrò non solo perdonare il fratello contro il quale ho qualcosa, ma addirittura riconciliarmi con il fratello che ha qualcosa contro di me, anche se io non ho nulla contro di lui. Infatti non si può celebrare la paternità, se prima non si cerca di ristabilire la fraternità.

Nonostante si pensi di essere nella ragione, il non essere d’accordo è già “male” e se non mi importa di questo mio fratello, ho già ucciso lui come fratello e me stesso come figlio.

Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 9 Giugno 2022
Articolo successivola Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 9 Giugno 2022