Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 9 Agosto 2021

85

Leggendo questo brano del Vangelo, le cinque vergini saggie possono risultarci un po’ antipaticucce, addirittura egoiste: perché non dare dell’olio alle altre cinque che non l’hanno preso? Questa parabola non vuole farci riflettere sulla necessità della condivisione, per questo evitiamo di peccare di “buonismo”, piuttosto siamo chiamati a meditare sulla “resa dei conti”, sul momento in cui, volenti o nolenti, toccherà a noi tirare le somme, da soli.

Detto così mette un po’ d’ansia, ma è soprattutto un invito a rimanere attenti, non sempre in tensione, non pronti a punirci per il nostro prossimo errore, ma capaci di entrare – con i nostri atteggiamenti quotidiani – nel ritmo della fede, fiduciosi dell’aiuto di Dio e della sua misericordia.

Così come è successo alla santa di oggi, Edith Stein: prima ebrea, poi atea e studiosa di filosofia, dopo cristiana cattolica e monaca carmelitana e, infine, martire ad Auschwitz. Edith nel cammino della vita riempì la sua ampolla d’olio e, nel momento finale, si fece trovare pronta per l’incontro con il suo sposo, Gesù, a cui si unì per amore del suo popolo.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 9 Agosto 2021
Articolo successivoMartín Luque – Commento al Vangelo del 9 Agosto 2021