Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 8 Marzo 2021

82

Perché mai un profeta non dovrebbe essere visto di buon occhio in quella che è la sua realtà più vicina, la sua Patria? Gesù oggi è estremamente attuale e veritiero. Spesso, infatti, sono proprio le persone più vicine a noi quelli che non riescono a comprendere la bontà delle nostre azioni, facendoci sentire incompresi e completamente svalorizzati. Altre volte, sono le persone meno conosciute, quelle che ci stupiscono e che riconoscono la nostra bontà e il nostro valore.

Ciò può accadere a causa di incomprensioni o pregiudizi che possono generare sdegno in chi ci sta accanto. Gesù oggi risponde a quello sdegno proseguendo il suo cammino che ha come meta la salvezza di tutti, anche di coloro che volevano buttarlo giù dal monte. Anche se chi ci sta accanto non sempre riesce a comprendere il significato dei nostri gesti, noi proseguiamo e continuiamo a fare il bene. Se pensiamo ai grandi Santi spesso i loro progetti sono stati ostacolati e giudicati, ma loro hanno continuato a camminare con lo sguardo al cielo.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 8 Marzo 2021
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 8 Marzo 2021