Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 8 Maggio 2020

512

«Io sono la via, la verità e la vita». Gesù, in quanto Figlio amato che ama il Padre e i fratelli, è per noi “la via” della salvezza, perché ci rivela “la verità” di Dio e dell’uomo; ed è per noi “la vita”, perché ci dona il suo amore, che è la vita stessa di Dio. La via non è una strada, ma una persona da seguire; la verità non è un concetto, ma un uomo da frequentare; la vita non è un dato biologico, ma un amore da amare.

Per vivere così però serve fede (“abbiate fede”) ed avere un cuore saldo (“non sia turbato il vostro cuore, né sia spaventato”). Gesù dà per scontato che i discepoli siano turbati e spaventati: il turbamento è però un tempo di prova, occasione di crescita nella fede, ma anche tentazione di caduta nella sfiducia. Per questo Gesù ci tranquillizza e rassicura di avere fiducia (fede) in Dio e in Lui.


Fonte:

Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

https://t.me/GiovaniParola

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno