Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 8 Febbraio 2021

70

Da bambino sono stato a Lourdes. Ho fatto, con la memoria, una fotografia ad una zona vicino la grotta dell’apparizione. Appese al muro, un po’ in ogni modo, c’erano delle stampelle, dei bastoni e tanto altro. Erano gli strumenti ormai inutilizzati dei miracolati, dei guariti. Lì per lì pensai a quali grandi cose potesse fare il Signore, ma ritenendomi giovane e forte, mi accontentai dello stupore e misi questo ricordo in un cassetto.

Nel Vangelo di oggi la folla si muove verso Gesù, non lo lascia in pace, perché ciascuno desidera fortemente di essere guarito, ha bisogno di salvezza… ma chi di noi non ha bisogno di essere guarito? Certo, la sanità del corpo è importante, ma lo è più di quella del cuore? Forse a dieci anni o quando tutto va bene, non ce ne accorgiamo, ma riconoscere il bisogno di guarigione aiuta a vedere tutto da un’altra prospettiva. E poi? Poi, stai sicuro, «quanti lo toccavano venivano salvati».


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno