Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 7 Maggio 2022

60

- Pubblicità -

I discepoli sono scandalizzati. Piccolo reminder di ciò che ci ha detto ieri Gesù: chi mangia la Sua carne e beve il Suo sangue vivrà in eterno, Lui è il pane della vita disceso dal cielo… Immaginiamo di trovarci tra i discepoli e di sentire quindi queste parole per la prima volta. Forse ci faremmo anche noi due domande. Gesù, in che senso dobbiamo mangiare la Tua carne? Tu che sei Dio, Ti fai mangiare da noi? Tu che dovresti trionfare nei cieli, lanciare saette, infonderci il sapere per passare gli esami senza studiare… Ti fai pane? Ti spezzi e Ti doni? Per noi e per tutti? Per noi è un po’ difficile capire e credere a queste parole, perché forse ci siamo fatti un’idea diversa di Te. Forse pensavamo di conoscere già tutto di Te, anche perché siamo Tuoi discepoli anche noi, ma con queste parole di oggi, che sono spirito e vita, un po’ ci spiazzi e ci fai una domanda secca:

-Volete andarvene anche voi?

Non lo dici per obbligarci a restare, ma perché possiamo ritornare sui nostri passi e scegliere Te nella massima libertà.
Che vogliamo fare? Andare o rimanere? Dimenticare o ricordare?
Non è mai troppo tardi per ritornare a camminare con Te.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 7 Maggio 2022
Articolo successivoAlberto Maggi – Commento al Vangelo di domenica 8 Maggio 2022