Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 7 Gennaio 2022

58

Nei giorni che stiamo vivendo in cui i nostri familiari, amici o noi stessi ci ritroviamo positivi al virus e sembra quasi impossibile scansarlo, ci farebbe proprio comodo che Gesù ci guarisse tutti.

In effetti oggi Gesù avrebbe un bel po’ di gente in fila per farsi guarire, ma forse non solo per Covid. Non c’è malattia o infermità che non possa essere curata, non c’è ferita che Dio non possa medicare. Gesù, perché guarisci? Ai tuoi tempi non c’erano già medici? E Tu non eri lì per predicare? Perché non predichi e basta?

Perché senti la necessità di toccare con mano le sofferenze delle persone, di conoscere e alleviare il loro dolore? Forse avevi bisogno di curare, perché solo così potevi far capire e farci capire che il regno dei cieli comincia da qui! È realmente vicino a noi nella misura in cui siamo capaci di viverlo nella nostra vita presente, anche con tutte le nostre malattie e infermità.

Anzi, proprio a partire dalle nostre malattie e infermità! Oggi pensiamo a quali virus ci infettano, non solo fisicamente, e affidiamoci a Colui che non è venuto per i sani, ma per guarire ogni sorta di malattia e infermità.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 7 Gennaio 2022
Articolo successivoSr. Mariangela Tassielli – Commento al Vangelo di domenica 9 Gennaio 2022 per bambini/ragazzi