Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 6 Ottobre 2021

57

Sarebbe bello se ognuno di noi pensasse alla prima persona che ci ha insegnato a pregare: una mamma, un papà, una nonna, un sacerdote. Far scoprire la preghiera a qualcuno significa fargli un grande dono per la vita, un dialogo aperto con Dio in ogni istante.

Pregare non solo ci aiuta a capire che anche quando apparentemente siamo soli in realtà non lo siamo mai, ma ci spinge alla gratitudine, a saper dire grazie per le cose belle che Dio ci dona, ci spinge a chiedere aiuto nelle situazioni più complicate.

Signore insegnaci a pregare, affinchè la preghiera non diventi mera abitudine, ma un vero e proprio dialogo costante con te.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 6 Ottobre 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 6 Ottobre 2021