Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 6 Novembre 2020

93

Il Vangelo di oggi mi fa pensare alla “Casa di Carta”. I protagonisti con i soldi rubati agli occhi del popolo sono degli eroi; nonostante oggettivamente siano dei ladri. La parabola dell’amministratore scaltro è molto simile; un uomo viene accusato di sperperare i bene del padrone, e per salvarsi la pelle comincia a farsi amici i debitori con sconti che non trovi neanche con il Black Friday.

Quest’uomo, che il Vangelo definisce scaltro, usa quello che ha per entrare nel cuore di altre persone. Gesù nei versetti dopo dice di farsi degli amici con la ricchezza disonesta per entrare nelle dimore eterne.

Tutto questo alla mia vita che dice? Quando si parla di ricchezza disonesta si fa riferimento a ciò che è destinato a perire, a ciò che lasceremo in questa terra quando il padre eterno ci chiamerà. Gesù m’invita oggi a usare le mie ricchezze, le mie doti, per entrare nel cuore dell’altro anche se questo vuol dire “svendersi” perché ci si salva sempre insieme e mai da soli.

Come sto usando la mia “ricchezza disonesta”? Mi sforzo di entrare oggi nel cuore delle persone per entrare domani nelle dimore eterne?


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno