Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 5 Luglio 2021

64

L’aspetto che affascina di questo Vangelo non è soltanto la straordinarietà dei miracoli compiuti da Gesù, ma quel momento speciale in cui quella donna malata tocca Gesù. Tra le tante persone con cui parlava, Gesù avverte quel tocco che cambierà la vita di quella donna ponendo fine alle sue pene.

Spesso ci capita di avere l’impressione che Gesù non ci ascolti, oggi il Vangelo testimonia che Lui è in grado di avvertire quel tocco al mantello e di ascoltare, sorreggere e supportare anche le nostre difficoltà. La donna malata e il padre affranto sono per noi modelli di fede da seguire poiché riescono a scorgere in Gesù la speranza, l’ancora che li salverà e non esitano, non dubitano di nulla. Signore rendici sempre più simili a questi modelli, spingici a chiamarti e toccarti tutte le volte che lo desideriamo.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 5 Luglio 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 5 Luglio 2021