Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 5 Agosto 2021

94

Ricordo quando mia mamma mi diede per la prima volta le chiavi di casa; era la prima volta che uscivo da casa solo, senza di lei. Consegnare delle chiavi vuol dire avere la consapevolezza che per quanto lontano quella persona può andare potrà sempre tornare nella propria casa.

Gesù fa questo con Pietro e con ciascuno di noi; Egli lascia liberi di andare; non costringe ma propone, non chiude ma dona la possibilità di aprire. Gesù ci affida una chiave speciale quella del Suo Regno che altro non è che il cuore di ciascuno di noi; il Regno di Dio non è altro che il cuore dell’uomo; solo Gesù permette di conoscermi fino in fondo; di conoscere il vero me.

Gesù oggi mi chiama con il mio vero nome; m’invita a scopri chi sono e non avere paura di esserlo. Tocca a me avere il coraggio di essere me stesso e rispondere così al disegno che il Buon Dio ha in serbo per me; tocca a me scegliere se usare la chiave per tornare a casa.

Chi sono io? Cosa non mi permette di essere veramente autentico.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 5 Agosto 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 5 Agosto 2021