Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 31 Ottobre 2021

86

Cos’è veramente essenziale nella mia vita? Cos’è che viene prima di tutto e da vivere nonostante tutto? È questa la domanda che viene fatta al Signore e la risposta è piuttosto semplice: Rivolgersi a Dio e predisporre il cuore all’ascolto, se Lo conosciamo un po’ sapremo che ci parlerà di Amore. Amore per niente astratto.

Amore concreto che risuona nel quotidiano, nelle persone e nei volti che incontriamo, nelle situazioni e nelle esperienze che viviamo, nei gesti che compiamo, nei comportamenti e atteggiamenti che abbiamo. Amore prima ricevuto e poi donato. Amore in tutto e per tutto. Questa è la vita del Signore, questa è la realtà di Dio. Non abbiamo bisogno di nessuno Amplifon per vivere di questo ascolto, si tratta di giocare un po’ con i volumi e di lasciarci accompagnare da qualcuno che ci insegni a pregare e a riconoscere la Sua voce.

Magari oggi, piuttosto che festeggiare la paura e la morte, chiediamo a Dio Padre nella celebrazione eucaristica il dono di un cuore che ascolta, di un cuore attento alla presenza del Signore, per vivere con Lui l’Amore che libera da ogni paura e che dona Vita.

Questa può essere anche un ottima occasione per metterci sul serio alla ricerca di una guida spirituale che ci accompagni a vivere di questo ascolto.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 31 Ottobre 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 31 Ottobre 2021