Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 31 Luglio 2020

113

“E’ più facile spezzare un atomo che un pregiudizio” (Albert Einstein). Il brano di oggi ci mette in guardia da un grande rischio che tutti corriamo: quello di incasellare le persone, soprattutto quelle che conosciamo meglio, in degli schemi.

Lui è così, ormai lo conosco, non potrà mai cambiare! Di fatto queste persone, che noi incaselliamo, non le ascoltiamo più veramente perchè nel nostro immaginario dicono e fanno sempre le stesse cose.

E lo stesso procedimento si verifica anche nei confronti di altre persone che appartengono a gruppi o categorie che la società ha già etichettato e schedato. Che tristezza una società fatta di pregiudizi!

Quanta ricchezza e unicità di ogni singola persona ci perdiamo! Chiediamo a Gesù di donarci la sua capacità di guardare l’altro nella sua meravigliosa ed inspiegabile unicità perchè in quella unicità c’è un frammento inedito della bellezza di Dio.


Logo Giovani di ParolaFonte:

Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

https://t.me/GiovaniParola

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno