Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 30 Novembre 2021

100

Spesso immaginiamo che la chiamata arrivi in un momento catartico! Il Vangelo di oggi ci dimostra come Gesù chiami nell’ordinarietà della vita. Simone, Andrea, Giacomo e Giovanni non erano in ritiro spirituale quando Gesù li vide e li invitò a seguirlo. Stavano lavorando, erano affaccendati nel fare il loro dovere!

Se guardo la chiamata da questo punto di vista forse comprendo ancor meglio la formula della santità tanto cara a Don Bosco: “Primo: allegria. Secondo: doveri di studio e di preghiera. Terzo: far del bene agli altri”. Non siamo chiamati per essere super eroi, ma per fare bene il bene, soprattutto attraverso i nostri doveri quotidiani. E’ nel quotidiano che il Signore parla alla nostra vita, è nel quotidiano che ci chiama a seguirlo.

So scorgere nelle mie giornate la presenza di Gesù che passa, mi guarda, mi chiama? Come vivo il mio dovere quotidiano? Ho la consapevolezza che la via della santità consiste nel fare l’ordinario in modo straordinario?


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Stefano – Commento al Vangelo del 30 Novembre 2021
Articolo successivoPablo Erdozàin – Commento al Vangelo del 30 Novembre 2021