Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 30 Novembre 2020

89

“Vide due fratelli”. Chissà quante altre persone, quella stessa giornata, li avevano visti ma nessuno aveva posato lo sguardo su di loro come Gesù. Quanto abbiamo da imparare dal suo sguardo!

Gesù è il vero educatore che non semplicemente vede o intravede, ma osserva, scruta, contempla la realtà e soprattutto le persone. Non si ferma all’apparenza, non giudica l’esteriorità ma guarda con Amore e così va alla radice delle cose: cercando di intuire le motivazioni che influenzano e, a volte, determinano scelte, atteggiamenti, comportamenti.

Inoltre, come il vero educatore, scruta le potenzialità e si ingegna per farle fruttare. Nel bruco vede la farfalla, nella masso la scultura, nell’aggressività la ferita, nel bullo la fragilità. Chiediamo a Gesù in questo Avvento di guarire i nostri occhi o meglio il nostro cuore per imparare gradualmente a contemplare la realtà come Lui.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno