Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 29 Giugno 2021

68

Essere discepolo di Gesù significa appartenere a Lui, significa scegliere di seguirlo non per quello che gli altri dicono di Lui, ma per l’esperienza diretta che ciascuno di noi fa di Cristo.
Gesù chiede: “Ma voi chi dite che io sia?”

Riconoscerlo, cioè conoscere con il cuore che egli è il Cristo, il Figlio del Dio vivente, è il primo passo di una sequela autentica e comporta una grande responsabilità: a chi lo riconosce, infatti, Gesù affida ancora oggi – come fece con Pietro – una missione evangelizzatrice, le chiavi del Regno.

Siamo chiamati a portare agli altri il lieto annuncio del suo Amore che apre le porte del Regno ed è impossibile testimoniare l’Amore se non se ne è fatta esperienza, se non si ha la consapevolezza di essere noi stessi – proprio io e proprio tu – i primi destinatari di quello stesso Amore.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 29 Giugno 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 29 Giugno 2021