Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 29 Agosto 2021

67

Faccio tutti i compiti di scuola, organizzo l’incontro del gruppo formativo, vado anche a messa e faccio tutto ciò che mi viene chiesto, ma quando poi si tratta di mettermi un pochettino in gioco e di sporcarmi le mani allora inizio a trovare scuse e giustificazioni. Forse tutto questo fare è solo orientato al mostrare quanto sono bello, bravo, perfetto per sentirmi riconosciuto, apprezzato e amato. Ma quanto può durare?

Quando mi renderò conto che l’Amore di Dio Padre mi raggiunge senza che io faccia tutte queste cose? Anzi, in questo e molto altro il Signore vuole incontrarmi ma sta a me predisporre, orientare e rendere disponibile il cuore all’incontro. Poi si tratta di lasciar fare a Lui, c’è da lasciarsi attraversare dall’Amore semplicemente comunicandolo, vivendolo, testimoniandolo.

Facendo esperienza di tutto ciò magari posso diventare una spia luminosa che interpella e mette in questione il mio ambiente e la mia comunità e magari, soprattutto in questo tempo in cui si programma e progetta il nuovo anno, posso invitare e suggerire di essere attivi nel lasciarsi incontrare da Cristo. È solo Lui che fa crescere, che libera, che dona Vita e che salva.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 29 Agosto 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 29 Agosto 2021