Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 28 Novembre 2021

233

- Pubblicità -

Da qualche parte già da un po’ ci sono vetrine allestite, luci e canzoni di Natale… tutto molto bello, ma Gesù ci ricorda che oggi comincia un tempo speciale. Se in questi giorni stiamo un po’ sonnecchiando o siamo immersi in una quotidianità veloce e fugace, Gesù dice “State attenti!”,“vegliate”. Dai Gesù abbiamo già troppe cose a cui pensare: casa, scuola, lavoro, università, sport, oratorio… proprio tra un mese dovevi nascere? Poi va bene, dobbiamo festeggiare il Tuo compleanno, ma non ti sembra un po’ eccessivo cominciare a prepararsi quattro settimane prima?

Queste settimane invece sono proprio necessarie, perché se non ci fossero, arriveremmo impreparati e Natale sarebbe un giorno come tutti gli altri. L’Avvento ci prepara a una venuta, di Gesù presso di noi e di noi presso Gesù. Ci si viene incontro, per questo anche a noi tocca fare un pezzo di strada. Non si tratta di stravolgere la nostra quotidianità, ma di trovare qui e ora la strada che ci porta dritti a Betlemme.

Pensando alla tua vita, quale passo puoi fare in questo Avvento per andare incontro a Gesù?


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Luigi Maria Epicoco – Adventus, in cammino verso il Natale di Gesù – Prima puntata: Trauma
Articolo successivodon Stefano – Commento al Vangelo del 26 Novembre 2021