Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 28 Maggio 2022

74

- Pubblicità -

Un disegno, una poesia, una scultura, un romanzo, un componimento musicale… Quante cose belle possono venir fuori dalla mente umana! Pensiamo a tutto l’amore che mettiamo nelle cose che creiamo e quanto siamo soddisfatti nel godere di ciò che esce dalla nostra mente e dal nostro cuore. Così anche il Padre non può fare a meno di amare il proprio Figlio.

Gesù è amato dal Padre perché non è solo un semplice messaggero, ma è uscito dal Padre, è frutto del suo amore per noi. Nella preghiera Gesù si fa vicino, amico, confidente, anche quando sembra che quello che chiediamo non venga ascoltato. Spesso, infatti, il progetto d’amore che il Padre ha per noi non è quello che noi abbiamo in mente, guardiamo alla nostra vita con gli occhi della fede e con la consapevolezza che Dio non vorrà mai renderci infelici.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 28 Maggio 2022
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 28 Maggio 2022