Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 28 Giugno 2021

84

Perché ci avviciniamo a Gesù? Cosa cerchiamo da Lui? Cosa c’è dietro la nostra adesione a Cristo? Cuore o opportunità? Cosa antepongo a Gesù? Cosa sono disposto a perdere per dire sì al progetto di Dio nella mia vita?

Tante domande per un brano del Vangelo di poche righe, buone però a mettere in discussione tutta una esistenza, la nostra intera fede.

Cerchiamo Gesù per risolvere i nostri problemi, ma Lui ed il Padre non sono dispensatori di merendine, non ci promettono una strada senza deviazioni o cadute… innanzi ad un quotidiano spesso difficile, Gesù ci rassicura con la sua presenza costante, nel bene e nel male. Qualunque cosa accade, Lui c’è!
Ed io cosa sono disposto a perdere, a offrire, a sperare?


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 28 Giugno 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 28 Giugno 2021