Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 27 Gennaio 2022

155

- Pubblicità -

Nella favola di Pinocchio, il giovane burattino protagonista, si trova ad un tratto a vivere momenti di buio: viene ingannato dal gatto e la volpe, rischia di essere bruciato vivo da Mangiafuoco e ingoiato da una balena.

Pinocchio non è dissimile da ciascuno di noi: quando comincia a dire bugie, a tradire chi lo ama, il buio e la paura prendono il sopravvento scatenando un circolo vizioso di perdizione. Questo è quello che succede a noi quando nascondiamo la luce che abbiamo dentro sin dalla nostra nascita.

Non a caso si dice “venire alla luce”, ovvero manifestarsi, nudi, piccoli, indifesi e senza segreti. Oggi Gesù ci insegna ad essere persone trasparenti, lucenti e vive che non hanno bisogno di nascondersi dietro a ombre di bugie e pregiudizi.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 27 Gennaio 2022
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 27 Gennaio 2022