Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 27 Gennaio 2021

85

Il seminatore semina ovunque, non solo sul terreno buono (e meno male!!) perché io non sempre lo sono.

A volte sono impermeabile alla Parola perché distratto dalle cose del mondo oppure sono sfiduciato e questa non permette che la Verità attecchisca se non in modo superficiale. Per essere terreno buono ho bisogno di fede, speranza e amore.

La fede vince la menzogna che mi fa sentire estranea la Parola; la speranza la radica in me e fa fiorire il mio cuore essiccato dalla paura; l’amore me la fa vivere, superando ogni idolatria che la uccide. In questo modo il seme porta in me la pienezza del suo frutto, che è la vita dei figli di Dio. Ma un terreno è buono se viene coltivato costantemente.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno