Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 27 Aprile 2022

71

- Pubblicità -

Non si può comprendere il mistero dell’Amore di Dio senza soffermarsi sul Vangelo del giovedì Santo (Gv 13,1-15): “avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine” […]

“Capite quello che ho fatto per voi? Voi mi chiamate il Maestro e il Signore, e dite bene, perché lo sono. Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i piedi a voi, anche voi dovete lavare i piedi gli uni agli altri. Vi ho dato un esempio, infatti, perché anche voi facciate come io ho fatto a voi”.

E’ nell’incontro con Cristo, quando il suo sguardo misericordioso incontra il mio, che intuisco l’Amore del Padre e, se voglio, divento capace di amare e perdonare il prossimo.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 27 Aprile 2022
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 27 Aprile 2022