Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 26 Giugno 2021

66

Il Vangelo di oggi racconta di miracoli di un Dio che è Padre Onnipotente e guarda al cuore dei suoi figli!
Ma cosa significa che Dio è Padre Onnipotente?

La parola onnipotente, dal latino omnis (tutto) potentem (potere), letteralmente “che può tutto”, è un aggettivo attribuibile solo e soltanto a Dio! Dire che Dio è colui che può tutto sblocca un ricordo: chiudi gli occhi e ripensa a quella scena dell’Angelo Gabriele che dice a Maria “Nulla è impossibile a Dio” (Lc 1, 37).
Nulla, davvero nulla! Ma allora, se Dio può tutto, perchè le nostre vite non traboccano di felicità e di miracoli? Qual è il criterio scelto per concedere un miracolo?

E volendo fare una domanda umana che più umana non si può, quante volte ci chiediamo (magari arrabbiati): perchè agli altri sì ed a me no?!
Fratello, sorella, rilassati e apri gli occhi!
Sì, hai capito bene: A-P-R-I G-L-I O-C-C-H-I

La tua vita (che già in sè è un miracolo) è piena di tanti miracoli quotidiani che Dio opera, senza il tuo permesso, ma per il tuo bene, perchè nessuno al mondo ti ama più di Lui!

A me, a te, a noi è chiesto semplicemente di essere uomini e donne di fede, di speranza e di carità! Di essere come quel centurione che sa chiedere e sa accogliere i doni che Dio può concedergli guardando al suo cuore!
I miracoli non sono la realizzazione di ciò di cui umanamente abbiamo bisogno, ma sono doni di grazia attraverso i quali si compie il progetto di Dio nelle nostre vite!

A noi è chiesto solo di credere in un Dio che è Padre Onnipotente: “…la speranza può cambiare la nostra realtà! Vedrai miracoli se crederai…”


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 26 Giugno 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 26 Giugno 2021