Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 25 Ottobre 2021

89

Si può essere schiavi del mondo in molte cose: schiavi della moda, del conformismo, non soltanto nel modo di vestire, ma nel modo di vivere.

Noi cristiani siamo chiamati a inventare un modo nuovo di vivere, a non essere schiavi di quello che si fa o non si fa, a trovare le vie e i mezzi anche inediti per fare il bene. Un cristiano deve essere libero non soltanto rispetto alle consuetudini del mondo, ma nel modo di vivere da figlio di Dio.

Ogni vocazione è irripetibile, non ci sono due vocazioni identiche. Ogni santo ha la propria vocazione e le loro vite ci possono ispirare cose eccellenti, ma dobbiamo piuttosto trovare la nostra via, secondo quanto lo Spirito dice in noi: è questo il pluralismo cristiano.

Che si sdegni chi vuole, se ció che compiamo lo facciamo con animo puro, porterá sempre frutto abbondante!


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteMonastero di Bose – Commento al Vangelo del giorno – 25 Ottobre 2021
Articolo successivop. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 25 Ottobre 2021