Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 24 Maggio 2020

147

Gesù, non ti nascono che in diversi momenti di questo periodo abbiamo pensato che questa fine del mondo stesse arrivando. Una pandemia che ci ha trovato inermi difronte ai morti in tutto il mondo. Morti su tutti i giornali che si uniscono ai morti dimenticati. E la regola che viola i più profondi istinti dell’uomo: stare lontani. Lontani dall’affetto, lontani da coloro che piangono, lontani da coloro che ci lasciano.

Solo te avevamo vicino. E mi piace pensare che tutti i morti soli di questo periodo, oggi stiano ascendendo con te. È un momento di gioia nella tristezza più profonda perché è il momento nel quale ci dici di non temere, ci assicuri, ci prometti la tua presenza! E lo fai nel giorno della festa di Maria Ausiliatrice. Perché un momento molto buio, servono tutti gli aiuti possibili. Prendete questo mondo e portatelo in alto, anche se non se lo merita perché è il mondo dei vostri fratelli, dei vostri figli.


Logo Giovani di ParolaFonte:

Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

https://t.me/GiovaniParola

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno