Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 23 Settembre 2021

104

Erode è incuriosito dal “rabbì” Gesù, sente la gente che ne parla, vorrebbe vederlo, ma il suo non è il desiderio profondo di chi cerca la verità. Erode è annoiato dal suo potere, dalla sua fama, dalla sua ricchezza, la sua è solo la richiesta viziata e capricciosa di un potente.

Erode è curioso, ma non è disposto a mettersi in gioco, aspetta che Gesù arrivi, magari, per fargli tagliare la testa e poi tornare a godere degli spettacoli e dei balli, come aveva fatto con Giovanni Battista. Signore rendici liberi dalle passioni che ci annebbiano il cuore, salvaci dalla tentazione del potere che diventa sopraffazione, tu che sei venuto per servire e non per essere servito!


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteVangelo Daily – Lettura e Commento al Vangelo del 23 Settembre 2021
Articolo successivoL’emozionante ultima scena di Terence Hill in Don Matteo 13