Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 22 Novembre 2021

36

Oggi l’evangelista Luca ci presenta un episodio semplice della vita di Gesù. Mentre si trova nel tempio e i ricchi gettano rumorosamente le loro offerte, Lui nota una vedova povera.

La figura della vedova è una figura nota, per certi versi anonima; è uno di quei personaggi silenziosi che nella vita di tutti i giorni passa inosservata. Eppure è lei che cattura l’attenzione di Gesù, perché lei sola “nella sua miseria, getta tutto quello che aveva”.

Un “gettare” che non si limita alle monetine per l’offerta, ma che è offerta integrale della propria vita, dei propri talenti e anche, forse soprattutto, delle proprie debolezze e povertà.

È un offrire tutto il proprio tempo, non solo quello libero, superfluo; è mettere nelle mani del Signore tutte le proprie possibilità, situazioni, fragilità, non solo le cose che ci piacciono fare. Significa non limitarsi ad essere cristiani tiepidi, solo quando ci è comodo, ma offrire per intero tutti i giorni, ogni giorno, la nostra vita a Dio.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 22 Novembre 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 22 Novembre 2021