Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 22 Febbraio 2021

48

Pietro ha scoperto una cosa, che c’è il Dio fedele. Questa è la fede: conoscere che Dio mi è fedele, che Dio ha molta fiducia in me. La fede è una relazione e per alimentare correttamente una relazione il primo passo è quello di accettare di essere messi in discussione, di essere interrogati, cosa che ci obbliga ad essere sinceri.

La sincerità nei rapporti, nelle relazioni, ci conduce alla trasparenza. Uno specchio ben pulito permette di vederci per bene negli occhi. La sincerità ci porta alla semplicità, all’essenza, ci fa vivere senza sovrastrutture che ci appesantiscono soltanto: ci aiuta a essere veramente noi stessi.

Ecco perché Gesù fa domande ai discepoli, per costruire la relazione e pretende sincerità. Vuole far capire agli apostoli che stanno progredendo nella loro scelta, che stanno continuando il loro cammino. Chi è Gesù per me? Cosa significa in concreto? Cosa faccio per Lui?


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno