Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 22 Aprile 2020

417

Il messaggio del vangelo di oggi è molto chiaro: “Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui.”.
Cosa c’è invece nell’immaginario comune? “Dio ha mandato Gesù per condannare tutti i peccatori e farli bruciare all’inferno”.

Ma com’è possibile che si sia arrivati a questo? come abbiamo fatto a storpiare così tanto l’immagine di Dio? Tante, tantissime persone si tengono lontane da Gesù perché hanno paura di Lui, perché magari hanno fatto qualche peccato grave e pensano di non avere più speranza, di essere condannati da questo Dio punitivo, che non vuole avere più a che fare con loro.

Papa Francesco è stato sicuramente illuminato dallo Spirito Santo quando nel 2016 ha indetto l’anno del Giubileo della Misericordia, che aveva come unico scopo quello di ridare a Dio il volto di un padre amorevole, che ti aspetta a braccia aperte, anche “se hai commesso il peggiore dei crimini” (come direbbe santa Teresa di Lisieux).

Facciamoci testimoni di questo Dio buono che vuole salvarci per mezzo di Gesù! diciamolo a tutti: Egli è qui per salvarti!

Fonte:

Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

https://t.me/GiovaniParola

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno