Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 20 Maggio 2022

86

- Pubblicità -

Il brano del Vangelo di oggi è la continuazione di ieri e dell’altro ieri. Gesù si trova a tavola con i suoi, durante l’Ultima Cena, e presenta una serie di incredibili affermazioni: il vero amore è dare la propria vita per gli altri, non siamo servi ma amici di Dio, ci ha scelti lui per portare frutto!

Sono tre verità fondamentali per la nostra fede, per il nostro cammino quotidiano, per la nostra vita. Ancora una volta Gesù ci chiede di amare davvero, di amare come lui ci ha amati, fino a dare la vita. Il nostro rapporto con Dio è da amici, non da servi: che idea ci siamo fatti di lui? Non un giudice severo, un padre-padrone, ma qualcuno con cui confidarci, con cui poter dialogare… quanto male fa avere un’immagine sbagliata di Dio! Infine, siamo chiamati a riconoscere che è lui che prende l’iniziativa, dobbiamo solo lasciarci amare, riconoscerci scelti, lasciare che lui illumini il cammino, vincere l’ansia e le preoccupazione consapevoli che Dio scommette su di noi più di quanto possiamo farlo noi stessi!

Da dove hai intenzione di iniziare? Quale di queste incredibili verità deve trovare maggior spazio e consapevolezza nella tua vita? Inizia con “piccoli passi possibili”. Anche gli apostoli dopo questo discorso sono fuggiti, ma lo Spirito, poi, ha dato loro la forza di testimoniare con la propria vita questo amore! Non pretendere tutto subito, ma inizia a seguirlo!


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 20 Maggio 2022
Articolo successivoDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 20 Maggio 2022