Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 19 Aprile 2022

65

- Pubblicità -

Il testo suppone che Maria si sia gettata ai piedi di Gesù per tenerli abbracciati, quindi gli impediva di camminare e Gesù prontamente le dice “non trattenermi”. Se c’è una cosa che i Vangeli c’insegnano sulla Pasqua è che essa è un cammino. Quasi tutte le apparizioni del risorto avvengono camminando o chiedono ai testimoni di mettersi in cammino, vale proprio il detto “chi si ferma è perduto”.

Ed è proprio così; nel cammino della vita, e in quello spirituale, ancora peggio di tornare indietro è stare fermi, perché stare fermi vuol dire arrendersi, vuol dire non dare spazio alla Provvidenza, non dare spazio a Dio. La Pasqua (che significa passaggio) invece è l’invito per eccellenza a camminare, anche a piccoli passi, ma a camminare sulle orme del Risorto. E allora che aspetti? Zaino in spalle ed in marcia.

Fino ad oggi il tuo cammino dove ti ha portato? Che strada prendere adesso?


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 19 Aprile 2022
Articolo successivoVangelo Daily – Lettura e Commento al Vangelo del 19 Aprile 2022