Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2021

42

Pensare a Gesù che piange ci permette di vedere concretamente la sua piena umanità. Il pianto, nella nostra cultura, sintomo di debolezza e fragilità è però l’unica azione che Dio compie di fronte al mio rifiuto. Dio non manifesta la sua potenza rendendomi uno schiavo obbediente ma continua ad amarmi nonostante io scelga di far cattivo uso della mia libertà. Proprio come un padre!
Vorrei che questa immagine possa tornarmi in mente proprio nel momento della ribellione…vedere lo sguardo di mio padre che piange possa farmi desiderare di fare la sua volontà.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2021