Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 18 Maggio 2021

52

“Alzati gli occhi al cielo disse…”. Nella Bibbia alzare gli occhi al cielo significa entrare in dialogo con Dio. Giovanni ci ha consegnato questo dialogo intimo e profondo tra Gesù e Dio Padre, subito prima dell’inizio della passione. Anzitutto, quindi, ti invito a rileggere con calma e gustare questa preghiera che Gesù rivolge a cuore aperto al Padre, sapendo ciò che avrebbe sofferto da lì a poco.

Gesù sa di aver ricevuto dal Padre il potere e il compito di dare la vita eterna agli uomini, a me, a te. Ma cos’è questa vita eterna? Ce lo dice Lui stesso: “Che conoscano te, l’unico vero Dio e colui che hai mandato, Gesù Cristo”.
Nella Bibbia il verbo conoscere non indica una conoscenza intellettuale, ma indica una relazione intima tra due persone. Quindi la vita eterna è avere una relazione intima, vera, reale con Dio Padre e Gesù Cristo! E per avere ciò non devo aspettare solo il paradiso, Dio mi offre il suo Amore già qui sulla terra. Sta a me accettarlo oppure no.

Sento il desiderio di “conoscere” (relazionarmi) con “l’unico vero Dio”?
Ho altri “dei” verso cui oriento i miei desideri?


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 18 Maggio 2021
Articolo successivodon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 18 Maggio 2021