Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 17 Giugno 2022

54

- Pubblicità -

Per cosa vivo? Come vivo? Di cosa mi preoccupo?

Viviamo il nostro quotidiano preoccupandoci di possedere cose e persone con avidità, dimenticandoci che nulla ci appartiene e che tutto è dono.

Ci disperiamo per ciò che non abbiamo, divenendo ciechi di ciò che, per grazia, ci è stato donato.

Abbiamo bisogno di occhi nuovi, semplici, che sappiano arrivare all’essenziale perché capaci di guardare con il cuore. 

È l’Amore che ci salva! È l’Amore donato e ricevuto in dono che ci fa ricchi, di quella ricchezza che spalanca le porte del Paradiso!

Ed allora attenzione ad accumulare amore gratuito, libero e liberante, attenzione ad amare come ama Gesù: è questo il nostro tesoro, lì sia il nostro cuore.

Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

- Pubblicità -

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 17 Giugno 2022
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 17 Giugno 2022