Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 17 Dicembre 2020

79

Il nostro albero genealogico ci indica come si è intrecciata la vita della nostra famiglia fino a permettere la nostra esistenza. Quando lo guardiamo facciamo memoria, chiediamo ai nostri genitori o nonni chi sono quelle persone di cui probabilmente abbiamo sentito solo parlare.

Il Vangelo di oggi ci invita a fare lo stesso: individuare le tracce del progetto che Dio ha sull’umanità. Matteo ha un solo obiettivo: fare memoria della fedeltà di Dio per il suo popolo. Dal primo cercatore di Dio, Abramo, fino a Gesù, Dio desidera intrecciare un rapporto con l’umanità. In quell’elenco ci sono nomi noti e meno, ebrei e stranieri nella stessa lista…

Dio non fa preferenze, non sceglie i bravi ragazzi, si allea con le persone concrete (la stessa indicata nel Vangelo di ieri), si rende presente nelle loro storie. Ripensiamo, oggi, alla nostra piccola storia, a come tutto ci abbia portato a conoscere il Signore!


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno