Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 16 Luglio 2020

105

«Tu che sei stanco, oppresso, tu che pensi di non farcela, di non riuscire a affrontare tutte le difficoltà che hai di fronte, tu che ti senti depresso o ansioso per le prove che dovrai affrontare, VIENI A ME». Il Vangelo di oggi è un balsamo per il nostro cuore, ci dona speranza e ci fa sentire protetti, ma, al tempo stesso, ci spinge all’azione.

Gesù utilizzata due verbi molto significativi, il primo è VENITE: è un invito a non rimanere fermi nel nostro dolore o preoccupazione, ma a muoverci verso di Lui; il secondo è IMPARATE DA ME: non basta solo muoversi nella sua direzione, ma c’è uno step in più che richiede di uniformarci a Lui che è mite e umile di cuore. Gesù ci sta svelando il vero segreto per essere felici e trovare ristoro: ESSERE MITI E UMILI DI CUORE proprio come Lui.

Ma come possiamo essere umili come Lui? Il mezzo principale per toccare con mano umiltà e mitezza è proprio il servizio poichè servire ci fa essere sempre più simili a Lui e ci fa sperimentare gioia e ristoro. Chi serve con amore è gioioso, chi fa della sua vita un servizio a lavoro, in famiglia, con gli amici trova sempre ristoro. Impariamo a cercare la gioia vera uniformandoci a Gesù attraverso il servizio gratuito.


Logo Giovani di ParolaFonte:

Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

https://t.me/GiovaniParola

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno